Guida e prodotti per la cura del tuo Cashmere!

LA VIDEO GUIDA

realizzata apposta per te in collaborazione con Erika dell'Armadio di Grace

Guarda ORA

Le 10 Regole d'Oro:


1)
Separa i colori e lava sempre dal rovescio;

2)
Lava sempre a freddo max 30° o a secco (sconsigliamo l'uso della lavatrice e dell'asciugatrice);

3)
In caso di capi con applicazioni in seta si consiglia il lavaggio a secco;

4)
Usa il nostro Shampoo (o un detergente delicato);

5)
Sciacqua sempre in acqua fredda e non torcere l'indumento;

6)
Asciuga i capi stesi su un asciugamano lontano da fonti di calore;

7)
Imposta al minimo la temperatura del ferro e usa un panno protettivo leggermente umido tra il ferro e il capo;

8) Evita lo sfregamento prolungato e lascia riposare il capo all'aria aperta dopo il 2° giorno di utilizzo, in modo che le fibre naturali del cashmere tornino alla loro forma originaria;

9) Riponi i tuoi capi nell'armadio all'interno della nostra busta o con un anti-tarme naturale;

10) Se il capo forma le "palline" (pilling), puoi rimuoverle delicatamente con il nostro apposito pettine, prima effettuando il lavaggio e poi il trattamento con il pettine (non utilizzare sui capi in seta). 

Il pilling spiegato dall'esperto

Nessun indumento composto da filati, sia di fibre naturali (nel nostro caso di Cashmere) o sintetiche è esente dal pilling. Pertanto non è segnale di bassa qualità del prodotto, si tratta soltanto di un esubero sottile e superficiale delle fibre più corte che, per effetto dello sfregamento con altre superfici tendono a unirsi formando le cosiddette "palline". Sarebbe possibile ridurre questo fenomeno trattando il Cashmere con processi industriali ma si avrebbe una grave perdita di qualità in termini di morbidezza del capo.